Saturday, Mar 2, 2024

Quadri 2023

Un progetto coreografico di Ricky Bonavita che unisce nuove creazioni a riallestimenti di brani dal repertorio, proponendo un’esplorazione creativa e drammaturgica rivolta a una ricerca sul corpo come strumento per rinnovare la danza e l’arte scenica.

In questo tempo ancora complesso sul piano del nostro vivere quotidiano, nonché su quello creativo e programmatico, si va ad iscrivere un nuovo progetto coreografico della Compagnia Excursus/ PinDoc a firma di Ricky Bonavita, che vede al suo interno nuovi stimoli e spunti creativi. Si tratta di un programma contenitore con nuovi allestimenti di sezioni coreografiche appartenenti al repertorio più recente della compagnia, accompagnati da brani di nuova creazione, con possibilità di allestimento e fruizione diversa a seconda dei luoghi performativi scelti. Tornano le tematiche emozionali e il lavoro sempre caro a Bonavita sulla caratterizzazione dei diversi personaggi, nonché sulle relazioni che fra di essi intercorrono in scena, ma con anche nuovi punti di vista, nuove possibilità creative e compositive, modalità di contatto a distanza, per azioni non narrative, sempre considerando però un forte tessuto drammaturgico e al tempo stesso una regia che possa diversamente concepire la serata a seconda della composizione del programma. Una nuova possibile indagine di ricerca sul corpo che lo vedrà come strumento per riprendere in mano la danza e l’arte scenica, asservendolo a nuove azioni drammaturgiche, nuove modalità espressive.

spettacolo Quadri 2023

sabato 25 novembre ore 19 Teatro di Ostia – Via delle Sirene 22 – Ostia

compagnia: Excursus/PinDoc

ideazione e regia Ricky Bonavita

coreografie Ricky Bonavita e Claudia Pompili

interpreti Ricky Bonavita, Valerio De Vita, Andrea Di Matteo, Claudia Pompili, Antonio Taurino

musiche Autori varicostumi Daniele Amenta e Yari Molinaridisegno luci Danila Blasi

produzione PinDoc

con il contributo del MIC e della Regione Sicilia

fotografie: Monica Irma Ricci

Didascalia alle foto:
Punti di vista, punti di riferimento, punti di partenza e di arrivo, punti d’incontro e di separazione, momenti di vissuto, quadri diuna messa in scena, attimi che si susseguono in una drammaturgia dove diversi personaggi danno luogo ad azioni sceniche in continuo divenire. Questi i presupposti, gli spunti di riflessione per una nuova creazione coreografica della Compagnia Excursus/Pindoc, che vede al suo interno la collaborazione con tre musicisti che eseguono dal vivo le loro creazioni musicali originali o rivisitazioni di brani di repertorio contemporaneo sempre di loro creazione. L’interazione videoscenografica che accompagna il lavoro, con sfondi astrattamente surreali, di contenuto simbolico e fortemente visionario fanno da sfondo all’azione drammaturgica e danzata. Tornano le tematiche emozionali e il lavoro sempre caro sulla caratterizzazione dei diversi personaggi, nonché sulle relazioni che fra di essi intercorrono in scena, ma con nuovi punti di vista, con nuove pratiche creative e compositive, per azioni non narrative né didascaliche, considerando anche il tessuto drammaturgico fortemente interdipendente delle diverse partiture musicali e dei loro propri contenuti e contestualmente una regia che possa prevedere un’interazione tra danzatori, musicisti e videoscena. Una possibile indagine di ricerca sul corpo che si fa strumento asservito a nuove azioni drammaturgiche, nuove modalità espressive. La musica evidenzia, è spunto di ricerca per agire le diverse scene, suggerendo immagini, sensazioni e percezioni nelle quali lo spettatore potrà avere i suoi personali punti di vista, di riferimento, trovandosi coinvolto in un’atmosfera poetica, densa di suggestioni con forte spessore emotivo. Violoncelli e percussioni saranno gli strumenti che produrranno musica, suoni live vissuti come un trapassare la realtà, ritrasformandola in surreale e stilizzata espressione dell’anima, producendo nel fruitore una possibile azione catartica. Produzione Pin

FOLLOW US ON:
HIP HOP/COMMERCIAL D
Leonardo - Teatro Gh
Rate This Article:
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.