Friday, Dec 13, 2019
HomeSpotlightLasciare la scuola di danza a metà anno

Lasciare la scuola di danza a metà anno

I giovani ballerini di oggi sono diversi da i giovani ballerini di ieri. E sicuramente noi siamo stati diversi da quelli che sono venuti prima di noi.

Oggi i ragazzi hanno mille stimoli. L’era di internet ha aperto molte porte ma ne ha sigillate altre. In quasi tutte le scuole del mondo i ballerini sono diventati clienti e i genitori sono le lo guardie del corpo, con un concetto molto diverso da quelli che erano i nostri genitori. Se il maestro ti sgridava avevi paura di raccontarlo perché non volevi ricevere “ il resto”.

Febbraio: “Mia figlia si stanca, troppe ore, inizierà a fare nuoto e tra il karate il corso di inglese non riesce a continuare la danza è troppo impegnata a per quest’anno interrompe. Ma riprendere l’anno prossimo.“ Ecco cosa mi sento raccontare da tante maestre disperate che hanno a che fare con situazioni del genere.

Molte insegnanti mi chiedono supporto. Vi consiglio la storia che racconto nel mio incontro con i genitori durante gli esami Fini Dance Program.

Prima di iniziare a fare danza suonavo il pianoforte, a metà anno, gli impegni diventavano così tanti, la voglia di stare con gli amici aumentava, che arrivava  il momento in cui la lezione di musica era l’incubo e quindi chiedevo a mia madre di lasciare la scuola di musica. Le dicevo: “non ce la faccio a studiare. E’ troppo…” etc.

Mia madre mi rispose “hai preso un impegno lo porti al termine! Non esci con gli amici e studi ! Impara l’arte e mettila a parte. A settembre mi dirai se vuoi continuare o no adesso finisci l’anno.”A settembre le dicevo “mamma, mi iscrivi a musica?”.

Fino a quando arrivò l’anno che a settembre lasciai il Karate e la musica e mi dedicai solo alla danza.

Pensavo mia madre fosse cattiva a costringermi e lo ripeto, costringermi ad seguire le lezioni di pianoforte, ma ora la ringrazio perché mi ha insegnato a non mollare! E, quando sono stato assistente per la produzione di un musical per Mare Nostrum Elements ed ho lavorato con lo scrittore delle Musiche del Re Leone, avere qualche nozione di musica mi ha fatto più che bene.

Cari genitori:
Oggi è “solo” la scuola di danza domani sarà “solo” l’università, poi  il lavoro, la loro vita.

Non insegnategli a mollare!

FOLLOW US ON:
Al via la Terza ediz
ALESSANDRA CORONA WO

info@finidance.nyc

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT